Banner sfondo 1600  I VIAGGI DI AGATA

ENRICO LOVERSOGiovinazzo. L ' Istituto Vittorio Emanuele II di Giovinazzo ha ospitato la performance del noto attore palermitano Enrico Lo Verso in una interpretazione di Uno, Nessuno, Centomila di Luigi Pirandello. Protagonista al suo esordio cinematografico ne "Il ladro di bambini" di Gianni Amelio, Lo Verso ha incantato il folto pubblico presente. La sua recitazione è apparsa subito come un'onda salmastra che s'infrange sugli spettatori inconsapevoli e getta un opportuno scompiglio nell'esistenza di ognuno. Magistrale interpretazione. Accade tutto in un frangente infinitesimo. Perché in un istante la parola ti schiaffeggia e prende un'unica direzione: quella del cuore, dentro cui ti perdi e le tue convinzioni impallidiscono di fronte alle nuove. Estroso e creativo. C'è bisogno di seguire con molta attenzione la recitazione di Enrico Lo Verso. La voce, i gesti, gli occhi, le mani, i movimenti cadenzati del corpo. Lo sguardo di Lo Verso è magnetico e denso di interrogativi . Raffinato e passionale. Gli occhi intriganti ti fanno spiccare il volo con l'immaginazione e la parola, così carica di pathos, sembra addensarsi nell ' animo di chi ascolta e lì resiste solo il tempo necessario, proprio quanto la vita di una farfalla. Stupendo. A volte nella sua potente recitazione Enrico Lo Verso sembra montare a cavallo della sua voce e partire al galoppo fino a smarrirsi nel mezzo delle parole.

Aggiungi commento

 

Codice di sicurezza
Aggiorna


ENRICO LOVERSOGiovinazzo. L ' Istituto Vittorio Emanuele II di Giovinazzo ha ospitato la performance del noto attore palermitano Enrico Lo Verso in una interpretazione di Uno, Nessuno, Centomila di Luigi Pirandello. Protagonista al suo esordio cinematografico ne "Il ladro di bambini" di Gianni Amelio, Lo Verso ha incantato il folto pubblico presente. La sua recitazione è apparsa subito come un'onda salmastra che s'infrange sugli spettatori inconsapevoli e getta un opportuno scompiglio nell'esistenza di ognuno. Magistrale interpretazione. Accade tutto in un frangente infinitesimo. Perché in un istante la parola ti schiaffeggia e prende un'unica direzione: quella del cuore, dentro cui ti perdi e le tue convinzioni impallidiscono di fronte alle nuove. Estroso e creativo. C'è bisogno di seguire con molta attenzione la recitazione di Enrico Lo Verso. La voce, i gesti, gli occhi, le mani, i movimenti cadenzati del corpo. Lo sguardo di Lo Verso è magnetico e denso di interrogativi . Raffinato e passionale. Gli occhi intriganti ti fanno spiccare il volo con l'immaginazione e la parola, così carica di pathos, sembra addensarsi nell ' animo di chi ascolta e lì resiste solo il tempo necessario, proprio quanto la vita di una farfalla. Stupendo. A volte nella sua potente recitazione Enrico Lo Verso sembra montare a cavallo della sua voce e partire al galoppo fino a smarrirsi nel mezzo delle parole.

Aggiungi commento

 

Codice di sicurezza
Aggiorna

WEBtv